zena@francobampi.it
Inderŕ
Gazzettino Sampierdarenese
Anno XLIII - N. 6 Giugno Luglio 2014

Par˛lle de Zena

Spazzatura

Non ci sono dubbi: in genovese la spazzatura Ŕ la rumÚnta, parola che spessissimo usiamo anche in italiano; curiosamente sia Martin Piaggio sia il Casaccia usano imondýšio (immondizia) e il Casaccia anche spasatűa (spazzatura). Il luogo per depositarla temporaneamente Ŕ il cÓnto da rumÚnta, titolo dato a una sua lunga poesia da Nic˛lla Bašigal˘ (Nicol˛ Bacigalupo) giocando sul doppio significato di cÓnto: angolo e canzone. Il secchio della spazzatura Ŕ detto o bolÓcco da rumÚnta, per il trasporto si usava o cÔro da rumÚnta. Lo spazzino Ŕ detto spasýn, che puliva con o brűgo (scopa dĺerica), mentre in casa si usava la spasoţa (scopa). Il Casaccia registra anche cascionÚtto, parola usata per gli attuali cassonetti, e rumentŠa, quella paletta per raccogliere la spazzatura munita perpendicolarmente di un lungo bastone. Occhio alla distinzione tra pűa, la polvere che si deposita sui mobili, ecc., e p˘vie, la polvere in granelli come quella dei detersivi. Associata alla rumÚnta cĺŔ la sp¨ssa (puzza) con il verbo spusÔ (puzzare) e lĺaggettivo spusolÚnto (puzzolente). Tra le sp¨sse abbiamo il relÚnto, cattivo odore dovuto al chiuso; il refresc¨mme, caratteristico odore delle stoviglie lavate male, e la sp¨ssa de bestýn, quellĺodore forte degli animali selvatici. Un sudicione Ŕ detto ši÷to; se lasciati senza conservazione i cibi possono prendere o f˛rte, lĺax˛u, o rÓnšio (rancido); ma un formaggio che puzza sa de scapýn (calzini da uomo).

Inte 'n g˛tto mÔ lav˛u o výn o pýggia prÚsto l'ax˛u

Franco Bampi

Tutte le regole di lettura sono esposte nel libretto Grafţa ofišiÔ, il primo della serie Bolez¨mme, edito dalla Ses nel febbraio 2009.

Frutta autunno-inverno
Cose da contadini
Acqua e fango
Mare/male
Cose da ladri
Lavoro
Spazzatura
In villa
Pesci
Maschile e femminile
Parolle veraci
Numeri
Preti
Religione
A scuola
Botteghe
Reti da pesca
Crolli
Giochi d'azzardo
Carnevale
Sposi
Bambini e ragazzi
PanvocÓliche in zenÚize
Palindromi zeneixi
Mezzi di trasporto
Acqua e tubature
Consonanti finali
La Repubblica di Genova
Vocali aperte e chiuse
Neve
Giocare all'aperto
ZugÔ a Lŕua
Locuzioni avverbiali
Vocali lunghe e corte
La gente
False alterazioni
Parole in disuso
Falegname 2
Troncamento
Monete antiche
Monete
Muratori
Parole difficili
Parole facili
Inglesismi
Il gioco del calcio
La notte bianca
Estate
Frutta
Parole in -eű
Parole dimenticate
L'acqua
Il Bucato
Parole in -eu
Il pranzo di Natale
Cognomi
Colori
Cose da bambini
Carrucole
Carte da gioco
Spagnolismi
La farina
Parole in -Šso
Le noci
Natale
Porte e finestre
Bambinese
La castagna
I parenti
Le imbarcazioni
Il bosco
In cantina
I quartieri di Genova
Le Casacce
L'orlo
Nota sulle "vegette"
Le parole del Natale 2
In ufficio
Pesci
Sapori ed erbe
Parole in -gion
Cose da sarti
Pugni e sberle
In cucina
Falegname
Uccelli
Arabismi
Dormire
Malattie
Giochi e giocattoli
Strumenti musicali
Insetti
Vestiti
Corpo umano
Regole di grafia
Pasta
MetÓtesi
Pentole e secchi
Legumi, pasta, farina
Attenti all'italiano!
Francesismi
Alberi e piante
Comprare il cibo
La cucina
Le parole di Pasqua
La casa
Nomi astratti
Le parole del Natale
Essere...
I rumori
Le parole dell'uva
Italianismi

Inderŕ