zena@francobampi.it
Inder
Gazzettino Sampierdarenese
Anno XXXVIII - N. 7 31 Luglio 2010

Parlle de Zena

Estate

Ormai si tende a dire est (estate), ma in genovese meglio sarebbe dire st (in italiano antico: state). E de st (destate) si sta a disagio quando gh sfoco (c afa) ovvero quando c macia (tempo umido): allora non ci resta altro che aspettare la sciugha (tempo asciutto). Uno dei rimedi estivi allora quello di andare alla mnn-a (marina, spiaggia), termine che oggi si usa poco preferendo dire bgni oppure spigia, dimenticando completamente lantica parola cizza (spiaggia) detta con la z dolce perch, attenzione, la cissa la piazza! Un tempo il m (mare) era poco inquinato, ma potevi trovare la mca (ralla), un untume nero causato dalla pulizia dei serbatoi delle navi in rada. Ci non impediva alle patlle di attaccarsi agli schuggi (scogli) e a noi di pungerci con un zn (riccio di mare). Non di rado si incontravano delle grtte (granchi piccoli) e talvolta dei fuli (granchi grossi e pelosi). Le grtte si usavano come lsca (esca) per prendere i prpi (polpi), azione questa che si dice porpez (andar per polpi), ma che Marzari, e non solo lui, ha sempre usato maliziosamente per palpeggiare. Progenitore dellindispensabile frigorfero era, per chi poteva permettersela, la giasa (ghiacciaia), ma ancor prima, per proteggere il cibo dagli insetti, si usava la moscha (moschiera) e il lte (latte) si conservava al fresco della notte in sci cippa do barcn (sul davanzale). Laitta (arietta) ha sempre fatto piacere al punto da avere pi parole: bxa (filo daria), brxa ( brezza) e xa (brezza mattutina). E quando fuori no gh na bva dia, viva i condizionatori!

ia de fisa, ia de seporta

Franco Bampi

Tutte le regole di lettura sono esposte nel libretto Grafa ofii, il primo della serie Bolezmme, edito dalla Ses nel febbraio 2009.

Frutta autunno-inverno
Cose da contadini
Acqua e fango
Mare/male
Cose da ladri
Lavoro
Spazzatura
In villa
Pesci
Maschile e femminile
Parolle veraci
Numeri
Preti
Religione
A scuola
Botteghe
Reti da pesca
Crolli
Giochi d'azzardo
Carnevale
Sposi
Bambini e ragazzi
Panvocliche in zenize
Palindromi zeneixi
Mezzi di trasporto
Acqua e tubature
Consonanti finali
La Repubblica di Genova
Vocali aperte e chiuse
Neve
Giocare all'aperto
Zug a Lua
Locuzioni avverbiali
Vocali lunghe e corte
La gente
False alterazioni
Parole in disuso
Falegname 2
Troncamento
Monete antiche
Monete
Muratori
Parole difficili
Parole facili
Inglesismi
Il gioco del calcio
La notte bianca
Estate
Frutta
Parole in -e
Parole dimenticate
L'acqua
Il Bucato
Parole in -eu
Il pranzo di Natale
Cognomi
Colori
Cose da bambini
Carrucole
Carte da gioco
Spagnolismi
La farina
Parole in -so
Le noci
Natale
Porte e finestre
Bambinese
La castagna
I parenti
Le imbarcazioni
Il bosco
In cantina
I quartieri di Genova
Le Casacce
L'orlo
Nota sulle "vegette"
Le parole del Natale 2
In ufficio
Pesci
Sapori ed erbe
Parole in -gion
Cose da sarti
Pugni e sberle
In cucina
Falegname
Uccelli
Arabismi
Dormire
Malattie
Giochi e giocattoli
Strumenti musicali
Insetti
Vestiti
Corpo umano
Regole di grafia
Pasta
Mettesi
Pentole e secchi
Legumi, pasta, farina
Attenti all'italiano!
Francesismi
Alberi e piante
Comprare il cibo
La cucina
Le parole di Pasqua
La casa
Nomi astratti
Le parole del Natale
Essere...
I rumori
Le parole dell'uva
Italianismi

Inder