zena@francobampi.it
Inderź
Gazzettino Sampierdarenese
Anno XXXVII - N. 2 28 Febbraio 2009

Parņlle de Zena

Parole in -ęso

Chissą perché, ma una parola amatissima dai genovesi č angęzo che il Casaccia definisce “oggetto di poco o niun conto”. Si affianca ad angęzo tutta una serie di altre parole, che il Casaccia fa terminare in ęso, quasi tutte in disuso, delle quali la grafia imprecisa del Casaccia non ci rivela l’esatta pronuncia: la s si dice dolce come in rosa (e in angęzo) o aspra come in sacco? La conclusione delle mie ricerche č che la s si pronunci aspra come in sacco. Per me sarebbe davvero interessante se chi conosce una o pił parole mi facesse sapere come le pronuncia. Veniamo adesso alle parole. Due sono sostantivi. Uno č secęso, il seccatoio per far seccare le castagne. L’atro č biscęso (resto, moneta spezzata) detto pił comunemente bischčrso, parola questa che si usa anche per indicare una piccola parte del tutto: gh’é ’n bischčrso de doī cģtti (c’č un avanzo, o una mancanza, di due centimetri). Le restanti parole sono aggettivi: cegęso (pieghevole), dagęso (manesco), lecęso (ghiottone), levęso (levabile), mangięso (mangereccio), spendęso (spendereccio, spendibile), stocęso (rompevole fragile). Č interessante osservare che quest’ultimo aggettivo ha altri due significati: quello di affettato e lezioso (quasi un sinonimo di blaghźur, spaccone) e quello derivato dal verbo stocā: frecciare, chiedere soldi con l’intenzione di non restituirli!

Mię bén chņ-u zenéize o no l’é ’n angęzo da vénde a-o repesģn!

Franco Bampi

Tutte le regole di lettura sono esposte nel libretto Grafīa ofiēiā, il primo della serie Bolezłmme, edito dalla Ses nel febbraio 2009.

Frutta autunno-inverno
Cose da contadini
Acqua e fango
Mare/male
Cose da ladri
Lavoro
Spazzatura
In villa
Pesci
Maschile e femminile
Parolle veraci
Numeri
Preti
Religione
A scuola
Botteghe
Reti da pesca
Crolli
Giochi d'azzardo
Carnevale
Sposi
Bambini e ragazzi
Panvocąliche in zenéize
Palindromi zeneixi
Mezzi di trasporto
Acqua e tubature
Consonanti finali
La Repubblica di Genova
Vocali aperte e chiuse
Neve
Giocare all'aperto
Zugā a Lźua
Locuzioni avverbiali
Vocali lunghe e corte
La gente
False alterazioni
Parole in disuso
Falegname 2
Troncamento
Monete antiche
Monete
Muratori
Parole difficili
Parole facili
Inglesismi
Il gioco del calcio
La notte bianca
Estate
Frutta
Parole in -eū
Parole dimenticate
L'acqua
Il Bucato
Parole in -eu
Il pranzo di Natale
Cognomi
Colori
Cose da bambini
Carrucole
Carte da gioco
Spagnolismi
La farina
Parole in -ęso
Le noci
Natale
Porte e finestre
Bambinese
La castagna
I parenti
Le imbarcazioni
Il bosco
In cantina
I quartieri di Genova
Le Casacce
L'orlo
Nota sulle "vegette"
Le parole del Natale 2
In ufficio
Pesci
Sapori ed erbe
Parole in -gion
Cose da sarti
Pugni e sberle
In cucina
Falegname
Uccelli
Arabismi
Dormire
Malattie
Giochi e giocattoli
Strumenti musicali
Insetti
Vestiti
Corpo umano
Regole di grafia
Pasta
Metątesi
Pentole e secchi
Legumi, pasta, farina
Attenti all'italiano!
Francesismi
Alberi e piante
Comprare il cibo
La cucina
Le parole di Pasqua
La casa
Nomi astratti
Le parole del Natale
Essere...
I rumori
Le parole dell'uva
Italianismi

Inderź