zena@francobampi.it
Inder
Franco Bampi - Daniele Caviglia

Problemi di grafia

Vocali lunghe prima dei digrammi

Come osserva Padre Gazzo, sono rari i casi di consonante lunga prima del digramma "sc" (o del trigramma "sci" come gscio, gozzo); Padre Gazzo cita: csci (calci), dsci (dolci) risce (riesce, da riuscire) e poche altre. Parimenti rari sono i casi di vocali lunghe prima del digramma "gn": la "a" lunga in gno (ragno), gugno (guadagno), ma corta in vivagna (polla d'acqua); la "e" lunga in vgno (vengo), ma corta in legno (legno). La ragione per cui accade ci ovvia: poich il digramma rappresenta un unico suono consonantico la vocale pu essere lunga o corta come davanti a qualsiasi consonante.

  1. Grafia Piaggio Casaccia. Il problema non viene esplicitamente posto, ma nei vari casi trovati sembra adottare la convenzione di marcare la vocale lunga col circonflesso o coi due punti prima dei digrammi "sc" e "gn": csci (calci), dsci (dolci), gugno (guadagno), vgno (vengo);
  2. Grafia Tradizionale Normalizzata. Non fornisce alcun metodo; (GG II.41.e) richiede di evitare grafie del tipo Spaggna per Spagna prendendo posizione contraria al Metodo Esotico.
  3. Vocabolario delle Parlate Liguri. Accenta con il circonflesso la vocale lunga prima del digramma o trigramma: gugnu (guadagno).
  4. Grafia in U. consigliato accentare sempre la vocale prima dei digrammi o trigrammi: psciu (pesce).
  5. Proposta per un Sistema Grafico. facoltativo ma consigliato accentare la vocale lunga prima di un digramma o di un trigramma.
  6. Metodo Esotico. Se prima di un digramma (o trigramma) la vocale breve, allora si raddoppia la prima consonante del digramma (o trigramma): casscia (cassa), cressce (crescere), leggno (legno), vivaggna (polla d'acqua).

Nota. Il Metodo Esotico coerente col fatto che in alcuni gruppi consonantici si raddoppia la prima consonante quando la vocale tonica che precede il gruppo breve: ad es., atro (altro) e quattro (quattro). Tuttavia essendo rari i casi di vocale lunga prima dei digrammi la soluzione "esotica" appare indebitamente complicata.

Ecco cosa dice Padre Gazzo.
Pagina XXX. (Le vocali) di rado sono sostenute davanti a sce, sci, anche provenienti da si, ssi, csi;e in tal caso si segnano: c(l)sci, d(l)sci, bscio, disci, risce. - Rare pure davanti al nesso gn; inzgno, gno, tgno, vgne e composti; in ragno libero; nelle altre voci le vocali sono vibrate come in toscano: sgno, lgno, agnllo, rgno, bezgna.

Introduzione

Problemi di grafia
Grafie imprecise
Grafie a confronto
Alfabeto fonetico
Glossario
Dittonghi e iati

Accenti

Lunghezza delle vocali
Vocali prima dei digrammi
La "e" breve
Accento sui monosillabi
Gruppi vocalici

Vocali

Il suono [2] corto e lungo
I suoni [O], [u], [y]
La semivocale "u"
Il dittongo [Ow]
La semivocale "i"
La lettera "j"

Consonanti

Consonanti doppie
La "m" davanti a "b" e "p"
I suoni [s] e [z]

Note grafiche particolari

La "h" nel verbo avere
Lo iotacismo
Dittongazione rapida
La crasi
La metatesi
Preposizioni articolate
"inte" oppure "in te"?

Inder