zena@francobampi.it
Inder
Franco Bampi - Daniele Caviglia

Problemi di grafia

Dittongazione rapida

Ecco cosa dice: Padre Gazzo
(leggi dove)

Il genovese parlato presenta un interessante fenomeno di sostituzione di vocali lunghe, toniche e atone, e di dittonghi e iati (che possono sorgere anche per l'incontro di vocali in parole diverse: in tal caso si parla di crasi) con dittonghi la cui pronuncia risulta pi spedita. Con efficace terminologia, Padre Gazzo chiama questo fenomeno dittongazione rapida, fenomeno segnalato sia da Toso in (GG I.29 - 30) sia da Montpetit nella sua Grafia in U.

Qui limitiamo la denominazione dittongazione rapida alle sole sostituzioni che si verificano all'interno di una singola parola, rimandando alla pagina sulla crasi la trattazione delle sostituzioni che avvengono per l'incontro di vocali in parole diverse.

Il dittongo rapido per eccellenza il dittongo "u" nel quale confluiscono molti dittonghi. Schematicamente la situazione pu essere riassunta come segue:

  • ao diventa u, ou oppure : aoa (ora, adesso) diventa ua, scao (zucchero) diventa scou, aotunno (autunno) diventa tunno;
  • eo diventa
    • sia u: ngeo (angelo) diventa ngiou (da non confondere con angiu, pergolato dell'uva);
    • sia io: cdeon (calderone) diventa cdion, etia (porcheria) diventa itia, recveo (conforto, sollievo) diventa recvio;
    • si noti che vi sono parole che assumono varie forme: pveo (povero) diventa pvio e pvou, tneo (tenero) diventa tnio ma anche tgno, zneo (genero) diventa znio ma anche zenne;
  • e diventa i: despeu (diperato) diventa despiu, gemetra (geometra) diventa gimetra ['dZOmetra] e qui la i non si pronuncia;
  • ea diventa ia: veaxo (verace) diventa viaxo;
  • ai diventa ei: eixai (ceci) diventa eixei, baxaic (basilico) diventa baxeic;
  • diventa u: fa (favola) diventa fua, d (odore) diventa ud;
  • (oppure , in generale la [e] lunga) diventa ei: mxinn-a (medicina) diventa meixinn-a, prexo (prezzo) diventa preixo.

Il problema che si pone se marcare oppure no la dittongazione rapida.

  1. Grafia Piaggio Casaccia. La dittongazione rapida non mai marcata: vale quanto enunciato per la Grafia Tradizionale Normalizzata.
  2. Grafia Tradizionale Normalizzata. (GG II.55) Tali contrazioni non vengono rese nella grafia che registra invece la forma originaria delle parole.
  3. Vocabolario delle Parlate Liguri. Non d alcuna regola in proposito.
  4. Grafia in U. Il sistema prevede la riconoscibilit della pronuncia, pertanto marca le parole come sono pronunciate dallo scrivente e, all'occorrenza, marca la dittongazione rapida.
  5. Proposta per un Sistema Grafico. Come per la Grafia in U.
  6. Metodo Esotico. ---

Ecco cosa dice Padre Gazzo.
Pagina XXXIII. Vi sarebbero alcune sfumature di pronunzia che sfuggono alle leggi ortografiche, e queste si lasciano alla pratica. Solo accenneremo alcuni cambiamenti di lettere o contrazioni o dittongazioni del parlare corrente, di cui non sempre si cura l'ortografia, quali sarebbero: (...)
c) la dittongazione rapida aou, w delle vocali ao, io, eo: tw k per te k, diggow per digghelo, accippaou per accippalo e accipilo, troe per tr' e; trane per tr' une speciale;

Introduzione

Problemi di grafia
Grafie imprecise
Grafie a confronto
Alfabeto fonetico
Glossario
Dittonghi e iati

Accenti

Lunghezza delle vocali
Vocali prima dei digrammi
La "e" breve
Accento sui monosillabi
Gruppi vocalici

Vocali

Il suono [2] corto e lungo
I suoni [O], [u], [y]
La semivocale "u"
Il dittongo [Ow]
La semivocale "i"
La lettera "j"

Consonanti

Consonanti doppie
La "m" davanti a "b" e "p"
I suoni [s] e [z]

Note grafiche particolari

La "h" nel verbo avere
Lo iotacismo
Dittongazione rapida
La crasi
La metatesi
Preposizioni articolate
"inte" oppure "in te"?

Inder