zena@francobampi.it
Inder
Franco Bampi - Daniele Caviglia

Problemi di grafia

Lo iotacismo

Come gi rilevato da Padre Gazzo, il genovese presenta due tipi di iotacismo:

  1. lo iotacismo della "e" davanti ad altra vocale: pvio per pveo (povero); i euve per e euve (le uova); pi per pe (pelare); nuvia per nuvea (nuvola); biato, biu per beato (beato);
  2. lo iotacismo della "u" [y] pretonica (modo popolare, ma molto diffuso a Genova): bitiro (burro), chignu (cognato), bitega (bottega), miagia (muro), chix (cucire) per butiro, cugnu, ecc. Diffusissimo lo iotacismo dell'articolo un (uno) che, nel parlato, diventa in: un figgeu (un ragazzo) diventa in figgeu.

Il problema quello di decidere se lo iotacismo vada segnato oppure no. Mentre sovente si trova segnato lo iotacismo della "e", rarissimo (e negli autori importanti impossibile) trovare segnato lo iotacismo della "u" [y]. Anzi giudicato cos significativo non marcare lo iotacismo della "u" che persino frasi come "in un canto" vengono scritte dal Piaggio in t'n canto, che nessuno dice, invece di inte 'n canto come in realt dicono tutti.

L'unico metodo grafico che prevede di segnare lo iotacismo la Grafia in U: ghe moll'in csu (gli tiro un calcio). Quale Proposta per un Sistema Grafico si suggerisce di segnare lo iotacismo a gusto dell'autore: se egli dice pignatta (pentola) al posto di pugnatta allora giusto che utilizzi la "i" al posto della "u". In questo modo si potr conoscere esattamente come ogni singolo autore pronuncia ci che scrive.

Introduzione

Problemi di grafia
Grafie imprecise
Grafie a confronto
Alfabeto fonetico
Glossario
Dittonghi e iati

Accenti

Lunghezza delle vocali
Vocali prima dei digrammi
La "e" breve
Accento sui monosillabi
Gruppi vocalici

Vocali

Il suono [2] corto e lungo
I suoni [O], [u], [y]
La semivocale "u"
Il dittongo [Ow]
La semivocale "i"
La lettera "j"

Consonanti

Consonanti doppie
La "m" davanti a "b" e "p"
I suoni [s] e [z]

Note grafiche particolari

La "h" nel verbo avere
Lo iotacismo
Dittongazione rapida
La crasi
La metatesi
Preposizioni articolate
"inte" oppure "in te"?

Inder