zena@francobampi.it
Inderŕ
Franco Bampi - Daniele Caviglia

Problemi di grafia

Il suono [ j ] ovvero la semivocale "i"

Nella maggior parte dei casi in cui una parola presenti il suono della "semivocale i" non vi sono problemi di grafia. Tuttavia quando la lettera "i" Ŕ preceduta dalla lettera "c" o dalla lettera "g" non Ŕ affatto chiaro se i gruppi "ci" e "gi" costituiscano digramma per rappresentare il suono sonoro della "c" [tS] e della "g" [dZ], e quindi la "i" Ŕ mero segno grafico e non va pronunciata, o se la "i" denoti la "semivocale i" e quindi va pronunciata.

Due esempi possono chiarire bene la situazione. Uno Ŕ la parola giometra. Dall'italiano geometra la "e" dello iato "ea" non solo diventa "i" ma addirittura non si pronuncia: "gi" rappresenta quindi il suono sonoro della "g" [dZ]. Invece nella parola societŠ (societÓ) la "i" Ŕ fatta sentire e quindi rappresenta la "semivocale i". Casi analoghi si hanno nel tempo futuro di verbi come mangiÔ (mangerÓ), lasci÷ (lascer˛).

  1. Grafia Piaggio Casaccia. Non utilizza alcun sistema per distinguere i due casi.
  2. Grafia Tradizionale Normalizzata. Non utilizza alcun sistema per distinguere i due casi.
  3. Vocabolario delle Parlate Liguri. Non utilizza alcun sistema per distinguere i due casi.
  4. Grafia in U. La "semivocale i" Ŕ denotata dalla lettera "j": gjŕmo (gireremo), mi mangj˘ (io manger˛), ti cacjŠł (getterai), u lascjÔ (lascerÓ).
  5. Proposta per un Sistema Grafico. Come nella Grafia in U.
  6. Metodo Esotico. ---

Introduzione

Problemi di grafia
Grafie imprecise
Grafie a confronto
Alfabeto fonetico
Glossario
Dittonghi e iati

Accenti

Lunghezza delle vocali
Vocali prima dei digrammi
La "e" breve
Accento sui monosillabi
Gruppi vocalici

Vocali

Il suono [2] corto e lungo
I suoni [O], [u], [y]
La semivocale "u"
Il dittongo [Ow]
La semivocale "i"
La lettera "j"

Consonanti

Consonanti doppie
La "m" davanti a "b" e "p"
I suoni [s] e [z]

Note grafiche particolari

La "h" nel verbo avere
Lo iotacismo
Dittongazione rapida
La crasi
La metatesi
Preposizioni articolate
"inte" oppure "in te"?

Inderŕ