Modda e capriio
zeneise@francobampi.it
 

Intr > A rivsta Zna > Modda e capriio
[ Inderr ]
Pagina primma ] Pagina doppo ]

Grafia originale

 

Addio monti... sc, co Manzoni, propio cosc: addio monti, addio m, addio villezzata. Ma doppo tanto giandon, fa finn-a piaxei tornsene un po' a casa. O bello per o cominsa quando se d recatto all'armio. Tailleurs, cappotti, vest dell'anno passu, fan subito pens all'antiquio. Comme se fa, diggo m, a port de quella rba l, aa che a vitta l'arriva in sce-o stumago? (ho dto stumago e no pto).

Cosc doppo o riposo estivo, cominan e fadighe autunnali. Telefonate sarta pe-e ci recenti informaziin a quae, comme primmo orientamento, a te dixe de cacci via tutto, perch quest'anno a modda a dixe: spalle curve, fda curta, vitta ancon de ci e colli che squaexi toccan e zenogge. Doppo trae e de conversazion, ti ne passi inque davanti a-o spgio pe studi a t figa e poi, se no ti vu fla brutta, ti convegni che a modda a l' 'na gran bella cosa, ma che bezugna andghe appruvo quello tanto che ven ben, perch unn-a bella donna a resti sempre bella anche se a modda a vose fla brutta e pe chi l' un p meno, a cosa ci simpatica a l' d'avi bon gusto e de port a rba con disinvolta, lasciando a-e stars l'eccentricit.

Per, sempre senza esager, me p che fin da fa questi du cappi che ve presento, saeggian bon port, me p propio che possan fve belle. Ma sorvea tutto, spero propio che ve piaxan.

LISETTA

 

 

 

TIFO

L'atra domnega ho mangiu i raviu
Che mae mogg ha l'ha sempre cuxinu
A 'na mana che te tan sci o chu!
Boin comme quelli no n'ho mai mangiu.
Son delongo piaxi anche a-i mae figgiu,
Ma quella seja o grande, appenn-a intru
In casa o l'ha dto ch'o no ne vu,
E manco de pittansa o l'ha assazzu.
Comme, gh'ho dto, ti te senti m?
No... no ne vuggio. Ma sent un po' questa!
Se ti stae ben e ti no i vu mangi
Nint'atro che de micce t'hae pe-a testa.
Eppre ti i mangiavi anche da-a Lena...
Lscime st n'ho ninte... Ha perso Zena!

EDOARDO BALLETTO

[ Inderr ]