Luigi Anselmi
zeneise@francobampi.it
 

Intr > A rivsta Zna > Luigi Anselmi
[ Inderr ]
Pagina primma ] Pagina doppo ]

Grafia originale

O l'ha faeto re mezo mndo

Se voesci vedde Luigi Anselmi, no andaelo a erc a casa e tantoci de nutte. Pe incontrlo ve basta aspt che e stradde seggian deserte e mettive in galleria Mazzini. Quande a gente a v a letto, o magari quando a dorme z, Giggio sciorte a passeggi pe-i carruggi, pe Zena deserta, squaexi pe gdse, da solo e in paxe, e cose belle che traffego de giorno o l'asconde.

A veddilo comportse comme un guardian notturno porriesci ciammalo misantropo. Mi invece ciammo poeta. Perch s che drento de l, - scibben o segge rustego, serio, spesso permaloso - gh' o chu d'n artista ch'o s vedde, cap e spieg i sentimenti do popolo da o quae o l' nascio. E segge ch'o ve fasse cianze o ch'o ve fasse re, o Giggio o lasci sempre in voiatri a convinzin commovente d'avei dto quarcosa de logico e de vo.

Questo, de ricord ai zeneixi e cose umili e pratiche da nostra vitta de tutti i giorni e de saveighe re in imma, a l' un po' a ciave do successo de l'Anselmi. Ommo istintivo e geniale, se pu d ch'o s' faeto da solo; basandose in sci s pascin, in sci s estro e in sci spirito de osservazin: l'osservazin anche d'unn-a stradda de nutte, d'un main ciucco, d'n spassin ch'o rasccia n manifesto.

O Giggio Anselmi      

Nascio a-e Grazie, inquantutto anni fa, figgio de zeneixi, Luigi Anselmi o l'ha faeto anche o portuale. Ste origini, che g'han insegnu a leze in ta parte ci intima da Zena modesta ma vera, son staete a s fortunn-a.

Trent'anni fa, incontrando Marzari in t'a bottega do Rua, o s' accorto che quarchedun trovava spiritose e s scenette e ch'o-e voeiva reit. Da quello momento o successo o l' arrivu de botto. Son vegni i dischi, e parodie pe-e compagnie de rivista, e commedie pe-a radio, e canzin che han faeto vegn o magon a tanta gente. ' E anche, in to 1954, a medaggia d'u do Scindico Pertusio pe premi a s valorosa attivitae.

Se pu d che anchu no ghe segge zeneize ch'o no l'agge mai sento un disco creu da Luigi Anselmi e inciso da Giuseppe Marzari; e bonn-a parte de quelli ch'o l'ha faeto re, o disco l'han anche accattu.

In t'o trenteximo da s attivitae Luigi Anselmi proximamente o pubblichi unn-a raccolta di s maggiori successi fonografici sperando de f cosa gradi a tutti i zeneixi che l'han sempre seguo.

A raccolta a l'avi pe titolo: ZENA VISTA COSC̻.

Portae da-i emigranti, conservae da-i main, i dischi de l'Anselmi se son sparsci pe-o mondo; son in qualunque posto se intende a lengua zeneize; p ch'aggian a calamitta perch fan ferm sempre a gente davanti a-e btteghe de radio.

O baritono Taddei o l'ha contribuo a f conosce unn-a bella, foscia a ci nostalgica canzn de l'Anselmi: Saluta Zena, cantandola a tutti i zeneixi ch'o l'ha incontru pe-o mondo. O l'ha ercu de rende meno doloroso o vuo lasciu da Mario Cappello, ch'o l'aveiva in repertorio.

No l' faile scordase a s grande interpretazin. Sotto a luxe bleu di riflettori, tegnindo in man o mandillo in segno de salo, o cantava o ritornello: Ciao, salutime un po' Zena, - Portoia, a Maenn-a, o Meu! - Ciao, salutime un po' Zena, - che l'ho sempre ch in t'o chu!.

Luigi Anselmi, scibben o segge popolare, scibben o l'agge avo grandi successi, o l'e staeto misso un po' in disparte in questi ultimi tempi e no se ne capisce a raxn. Tanto ci ch'o no l'ha solo travaggiu pe s conto ma ch'o l'ha anche favoro a carriera de vari artisti da scena leggera, comenando da o s amigo Tino Scotti.

Noiatri conscideremmo o Giggio comme un di rappresentanti ci esprescivi do nostro carattere: o no l' ommo de lettere ma o l'arve con sinceritae o s animo ai atri. E i atri dimostran de caplo.

De Luigi Anselmi ve presentemmo ch de seguito, savendo de fve divert, A Storia do pesto, a filastrocca Gran Turismo e a comica A Zena nel 1992. St a voitri giudic.

[ Inderr ]