Govi o a pensa cosc
zeneise@francobampi.it
 

Intr > A rivsta Zna > Govi o a pensa cosc
[ Inderr ]
Pagina primma ] Pagina doppo ]

Grafia originale

GILBERTO GOVI MORTO

Gilberto Govi, o l'a nato a Mantova, dove gh'han finn-a dedicu nn-a stradda: Via Gilberto Govi.

NIENTE FIORI, NIENTE OPERE DI BENE

Calma, amixi! Niente fiori e niente opere di bene perch, quello che l' morto, o no l' o Govi che pens voiatri. Quello che pens voiatri o l' vivo e o sta ben; grazie! Almeno, quande o l'ha scrto e o l'ha firmu quest'articolo, o l'hea ancon vivo, e, tocchiamoci... un paio di chiavi, speriamo che, anche quande leziei quest'articolo, o se mesce ancon e... ben!

    A caregata do Govi

Per, ripeto che Gilberto Govi morto. mancato l'anno 1889. Chi era? Un ma antento: un illustre profess, Senatore del Regno, famoso fixico, insegnante ae cattedre de Turin, de Firenze, de Napoli e de Romma. O l'ha pubblicou ci de 300 lavori, e o l'ha faeto costru 14 istrumenti de so invenzin.

EBBEN?

Qualcuno a questo punto dir: Ebben?

Scus, l'hea solo per dve perch me ciammo Gilberto. Se poi questo o n v'interessa, gi pure a pagina, perch nemmeno a mi m'interessa che a quel qualcuno non interessi. Per quelli... (ci intelligenti) che ghe f piaxei e che gh'interessa, tiriamo avanti:

SETTIMINO

Al prof. Gilberto Govi, che stava in quel momento a Parigi, g'ha arrivu a notizia (improvvisa, perch mi son settimin) che, a Zna, g'ha nato un nevetto. Alla notizia, o profess, o telegrafa che o l'avieiva piaxei che a sto nevetto ghe fse daeto o so nomme; ed ecco perch a-o mondo gh' ancon un che o se ciamma Gilberto Govi.

LEVITE DE L CHE ME GHE METTO MI

Aa, per, bezugna vedde se o profess (de lasci) o l' contento, o se, invece, ghe gia un p o berettin! ...Eh sc, perch, nella parte enciclopedica del Melzi, o gh'a l, e me g'han misso anche mi; e finn-a a sto punto o profess Govi o no l'avieiva ninte da d; ma, nella Treccani, l, no ghe l'han misso, e me g'han misso mi. A cosa, a mi a m' dispiaxua, ma no ne posso ninte... no posso alloa che domandghe scusa... Do resto, co profess, se ti ti m'a daeto o to nomme, l'a perch mi o tegnisse validamente a galla, no? E alloa ti no doviesci tegnime i muri; tanto ci che mi son ben orgoglioso de aveite tra i m antenati, e te son grato do nomme: o me piaxe!

UN MUNUMENTO

Un munumento a chi? ...Ao profess? ...No, no... o munumento, son mi. Quarant'anni f... ben, femmo trenta... Femmo trenteinque e no ne parlemmo ci, a Zna han scoverto Gilberto Govi... Anche mi, comme o mae vo, aveivo inventou quarcosa: o Tiatro Zeneize... Tiatro che ho portou in go pe-o mondo... Anzi, posso d che l'ho portu anche all'tro mondo: in America... in Argentinn-a; e n'ho un tale ricordo che, ogni anno, me vegnieiva o bolitigo de riturnghe. Me raccomando, non lo dite a mia moglie, perch l, se-a savesse de sto mae bolitigo, a me dieiva: vegni chi che te gratto, cosc o bolitigo o te passa. Ghe vu paziensa: mia moglie vecchia! A l'ha dex'anni meno de mi.

E RITORNIAMO AL MONUMENTO

Trenteinque anni fa, dunque, l' staeto scoverto: Govi, l'attore, o Tiatro Zeneize... ciamemmolo: monumento. Con o pass di anni, anche de cose ci belle e ci importanti se finisce sempre con fghe l'abitudine, e se finisce sempre che no se ghe fa ci caxo; e cosc l'a sccesso do... monumento Govi: tutti passavan... ammiavan... eh, sc, o l' bello, e repiggiavan o cammin... passava anche quarche can... o giva un p a testa... o tiava sci un'oegia... una gamba, e o passava! ...

PASSA ANCHE LA TELEVISIONE

Nasce la televisione; a passa, a vedde a faccia de quello monumento, e a dixe: Per! .... E, faxendose forza de so poscibilita, tra le quali, quella de infise in te tutti i canti, servindoe, (simpaticissima pettegola), da liberta de spanteg per tutta l'Italia quello che l a scruve de interessante, ecco che a te scruve Gilberto Govi, monumento che, trenteinque anni f, o l'ea z staeto scoverto! Ed ecco resa - ancora pi popolare quella faccia! ...La mia!

A VALIXE... NASELLO!

E, a propoxito de popolarita, aa ve ne conto unn-a: meixi f, arrivo, in treno, a Napoli. A stazin, te porzo a valixe fua do barconetto. O facchin, (devo di: o camallo?) e va ben: o camallo, o f pe piggi a valixe, ma o s'afferma, o m'accianta l con a valixe appeisa fua do barconetto, e o s'incanta a fissme: Ebben?... Quello o me fissa ancon, e poi o f: Ma chill- Gove?! .... O se ga ai so compagni, za careghi de valixe, e o ripete: Ma..., ma chill' Gove?! .... I tri camalli se ferman... se scaregan de valixe che aveivan z caregu, e s'incantan anche loro a fissme. E mi sempre l con a valixe appeisa fua do barconetto... A valixe a me pesava, e alloa, con o ci bello di mae sorrisi ghe diggo: Sc, sc, son GOVE, ma... nasello, a valixe p piaxei.... E sciortimmo, finalmente, d stazin; o camallo, mi, a valixe e na borsa... Ghe daggo duxento le... Quello, o l'allarga e brae, e, senza nemmeno vedde quante g'aveivo misso in mann, o me f: Eccellenza... c' l'aumendo.... Che aumento?.... Il sussidio invernale.... Era il quindici d'Agosto!

Questo per dire della popolarit che ti d la T.V. Quelli camalli, ao tiatro no m'aveivan visto, garanto!

ANCHE LA VACCA

Doppo quarche giorn pass a Napoli, (no gh' ninte da d, Napoli a se sta faxendo nn-a gran itta) me fasso o ritorno, a Zna, in macchina.

Cose t'ho visto de antenne da televixon... Paisetti con due o tre case, ma g'ha a sa brava antenna... casette che parevano abbandonate... mze rotte, ma a televixon a no mancava... in mzo a un campo, semenou a patatte: 'na casetta de un cian con dui barconetti, ci un fienile che 'na casetta, sotto, un volton con drento una vacca, ma, in sci teito, brillva l'antenna da televixon!

A macchina a camminava, e mi pensavo: Ma, alloa... anche quella vacca, a conosce

GILBERTO GOVI

[ Inderr ]