Gli Artisti che lavorarono al restauro furono, insieme con un Da-Corte e un Gaggini, Giovanni e Guglielmo Della Porta, padre e figlio. La statua di Abramo sarebbe particolare fattura di quest'ultimo, l'autore, cio, del monumento sepolcrale al Papa Paolo III.